15/04/11

songI

 

il profilo dà la profondità il colore la lana di chi s'ignora il caldo stupisce gli alberi il corpo a ridurre i rifiuti come un messaggero affrettato si prende l'ascolto la tenda brillante della sorte (il pubblico ha pietà e paura)
chiuse e restituite fanno un po' di recriminazione indicando soggetti normali di passaggio le deformità riguadagnano il paese si sente una bellezza una perfezione l'equilibrio appena scolpito raggiante trova che manca qualcosa
non uniforme e nulla di questo si bevono piccoli sorsi si stira la tovaglia si spostano le briciole
stanno leggendo questa frase. "